+39 0532 764777 dr.claudia.randi@gmail.com

Fili riassorbibili di trazione e/o stimolazione

Fili riassorbibili di sospensione viso

Il posizionamento dei fili riassorbibili di sospensione è una tecnica di lifting non chirurgico del volto che tramite l’inserzione di sottilissimi fili nel tessuto sottocutaneo produce un notevole miglioramento delle rughe e delle pieghe cutanee e tramite la rigenerazione tissutale un aspetto più tonico, teso e sollevato della cute con ripristino dei naturali contorni del viso.

Come funziona

I fili di sospensione sono costituiti da acido polilattico, un polimero utilizzato in campo medico e chirurgico da molto tempo (utilizzato per es. per i fili di sutura) grazie alla sua biocompatibilità ed alla sua totale biodegradabilità. Lungo questi fili sono presenti microconi che ancorano il filo al tessuto circostante.

Questi fili hanno essenzialmente due effetti:
lifting per effetto meccanico della sutura stessa biorivitalizzante. L’acido polilattico agisce stimolando la rigenerazione tissutale, la deposizione di nuovo collagene con conseguente aumento progressivo di volume delle zone trattate.

Il trattamento viene eseguito dallo specialista; vengono rispettate le universali norme di asepsi e utilizzato materiale sterile o monouso. Stabilire le linee di trazione da esercitare è la parte più importante della procedura: prima di iniziare lo specialista marcherà i siti di inserzione dei fili e le linee di trazione stesse con una matita dermografica. Se necessario verrà praticata un’anestesia locale anche se la manovra è generalmente ben tollerata dai pazienti. Dopo accurata disinfezione della cute, il medico provvederà ad inserire i sottilissimi fili in numero differente a seconda dell’area da trattare.

Esistono altri fili, in materiali biocompatibili quali il PDO (polidiossanone) come quelli biostimolanti, che vengono posizionati tramite cannula COG ed hanno anch’essi funzione di trazione; è possibile inserire e rimuovere la cannula tramite un unico punto cutaneo, con riduzione dell’invasività della procedura e di conseguenza del dolore. Con questa metodica non è necessaria anestesia locale.

Il trattamento dura circa 30 minuti. Il ritorno alla normale vita sociale si ha in genere dopo poche ore.

Indicazioni

  • Lassità tissutale (es. area del contorno mandibolare, del contorno viso, zigomi e guance, collo).
  • Ipotonicità del viso.
  • Ptosi dell’area sopracciliare.

Controindicazioni

  • Cardiopatie
  • Coagulopatie
  • Terapia antiaggreganti e anticoagulanti
  • Cirrosi epatica
  • Allergie agli anestetici locali o ai prodotti utlizzati

Sedi

Viso (soprattutto contorno mandibolare, area sopracciliare) e collo.

Tempi e modi del trattamento

Una seduta dura meno di un’ora. L’effetto del trattamento è visibile solo parzialmente da subito perché la sua componente maggiore, prodotta dal consolidamento tissutale secondario alla deposizione di collagene, si manifesta gradualmente nell’arco degli 8-12 mesi successivi.. Una visita di controllo è consigliata.

Cure a domicilio

  • Evitare la fotoesposizione.
  • Evitare sfregamenti, gommage, brushing dell’area trattata o qualsiasi
    trattamento che possa provocare un ulteriore traumatismo al volto.
  • Dormire prevalentemente in posizione supina.
  • Terapia antalgica se necessaria.
  • Evitare esposizioni prolungate a fonti di calore (es.saune , bagni turchi).
  • Cosmeceutici come da consiglio medico.
  • Evitare il fumo.
  • Evitare attività fisica maggiore.

Effetti collaterali

  • Rossore, gonfiore: di entità generalmente lieve, scompaiono spontaneamente in 2-3 giorni.
  • Ecchimosi: raro. Dovuto al traumatismo dell’ago. Si risolvono spontaneamente in 7-10 giorni.

Trattamenti combinati e associati

  • Tossina botulinica
  • Filler
  • Biorivitalizzazione viso

Fili riassorbibili di stimolazione viso

I fili riassorbibili di stimolazione per il viso sono dispositivi medici innovativi utilizzati per produrre un effetto di lifting non chirurgico grazie sia ad un supporto meccanico che alla biostimolazione cutanea.

Quest’ultima, tramite la produzione di nuove fibre collagene di tipo III, crea una trama di sostegno per i tessuti superficiali, rendendoli più elastici e vitali.

Come funziona

Sono fili sottilissimi costituiti da polidiossanone, un materiale che viene con il tempo (circa 6 mesi) riassorbito dall’organismo tramite idrolisi, venendo trasformato in acido glicolico ed acido lattico quindi in anidride carbonica ed acqua. I fili sostengono e rimodellano il tessuto tramite un effetto meccanico visibile da subito ma soprattutto, e a questo si deve il risultato più duraturo, stimolano il metabolismo cellulare e aumentano la microcircolazione nelle zone trattate.

Questo ha come effetto la proliferazione dei fibroblasti e la produzione/apposizione nel derma di nuove fibre collagene che si traducono in una tonificazione e compattezza dei tessuti.

I risultati del trattamento sono visibili da subito ma aumentano progressivamente fino a raggiungere il picco dopo 2-3 settimane dalla loro inserzione. I fili vengono riassorbiti progressivamente dall’organismo in circa 6 mesi ma i risultati saranno parzialmente visibili più a lungo come conseguenza della deposizione di nuove fibre collagene indotta dagli stessi.

Dopo 4-6 mesi è possibile rivalutare il risultato e decidere se è necessario impiantare ulteriori fili o semplicemente mantenere l’effetto con trattamenti sinergici (biostimolazione, filler etc).

Indicazioni

lassità cutanea, invecchiamento cutaneo

Controindicazioni

  • Coagulopatie
  • Terapia anticoagulanti/antiaggreganti
  • Acne e patologie dermatologiche in atto
  • Infezioni sistemiche e della cute
  • Allergie note ai materiali
  • Trattamento con immunosoppressori
  • Importanti patologie tumorali
  • Epatopatia

Sedi

  • Zigomi
  • Area perioculare
  • Area sopraccigliare
  • Area mentoniera
  • Profilo mandibolare

Tempi e modi del trattamento

Il posizionamento di fili è di durata variabile a seconda dell’area da trattare, da alcuni minuti fino a mezzora. La metodica è ben tollerata è in genere non è necessario l’utilizzo di anestetico locale. E’ comunque possibile utilizzare un anestetico topico prima di iniziare la procedura. Lo specialista segnerà con la matita dermografica i punti di entrata dei fili e le linee di trazione. Dopo la disinfezione dell’area di inserzione, con tecnica sterile, si introducono i fili (di spessore di 0.05 mm – 0.19 mm e lunghezza di 3-16cm) che sono contenuti all’interno di un ago molto sottili (26Gauge, 29 Gauge o 30Gauge) nei punti. Un controllo successivo è consigliato.

Cure a domicilio

  • Evitare fotoesposizione.
  • Evitare esposizione ad alte temperature (sauna, bagni turchi, docce molto calde).
  • Evitare trattamenti che potrebbero avere azione traumatica sulle zone trattate (sfregamenti, gommage, brushing etc).

Effetti collaterali

  • Edema/rossore: risoluzione spontanea nel giro di qualche ora.
  • Ecchimosi: abitualmente risoluzione spontanea nel giro di 1-2 settimane.

Trattamenti combinati/associati

  • Filler
  • Biostimolazione
  • Peeling
  • Tossina Botulinica

Prenota la tua visita

8 + 13 =