+39 0532 764777 dr.claudia.randi@gmail.com

Liposuzione

Liposuzione

Visita preoperatoria

Come in tutti gli atti medici, la visita è essenziale per una corretta pianificazione dell’intervento. L’ attenta valutazione delle aree da trattare, ci consentirà inoltre di scegliere il tipo di anestesia da praticare, che spesso, se le aree sono limitate, è locale con sedazione assistita. Se l’intervento si estende ad aree più ampie, si potrà ricorrere all’anestesia spinale o generale.

Verranno prescritti degli esami ematochimici, che nella liposcultura normalmente sono gli esami del sangue (tasso di protrombina, tempo tromboplastina parziale, transaminasi, glicemia, VES, ionemia, azotemia, emocromo) e l’ elettrocardiogramma. Se il paziente dovesse evidenziare qualche fattore rilevante in fase d’anamnesi si procederà con ulteriori accertamenti. Gli interventi di chirurgia estetica in generale non vengono eseguiti in pazienti che presentano problemi di salute. Pazienti con patologie croniche possono essere operati solo se non è presente una specifica controindicazione.

Se opportuno verrà richiesto un esame eco-color-doppler degli arti inferiori e/o ecografia della parete addominale se si dovrà intervenire in queste aree.

Preparazione preoperatoria

Importantissimo non assumere aspirina, antinfiammatori e/o anticoagulanti nei 10 giorni che precedono l’intervento.
Il giorno prima dell’intervento è indicato mangiare leggero e osservare il digiuno totale dopo mezza notte.

Si inizia l’assunzione della terapia antibiotica dalla sera prima e la si prosegue ogni 12 ore per 6 giorni.

Un’accurato bagno di pulizia con un detergente antisettico è consigliato la mattina stessa dell’intervento.

Ci dovrà essere almeno un’unghia della mano libera da smalto per poter accedere alla sala operatoria.

Possibili complicanze

Sono estremamente rare se l’intervento è pianificato correttamente.

Quasi sempre causate da dosaggi eccessivi di anestetici locali; solo in caso di lipoaspirazioni massive, oltre i 4 litri, con perdita eccessiva di sangue, liquidi, proteine ed elettroliti si possono avere ipovolemie anche gravi.

Le complicazioni locali consistono essenzialmente in irregolarità ed asimmetrie, rare se l’intervento viene effettuato con attenzione e perizia, ma comunque risolvibili con modesti ritocchi secondari in anestesia locale a distanza di alcuni mesi.

Fondamentale per una buona riuscita dell’intervento è una corretta condotta post-operatoria del paziente.

Durata del risultato

Le cellule adipose non hanno la capacità di duplicarsi e pertanto il tessuto adiposo asportato non può riformarsi: i risultati ottenuti sono quindi definitivi. Un deterioramento del risultato può verificarsi in caso di aumento ponderale significativo anche se, in tale eventualità, non si ripresenteranno gli accumuli adiposi trattati, ma unicamente un aumento globalmente più omogeneo dei profili.

Novità sul trattamento degli accumuli adiposi e rilassamento cutaneo

La Liposuzione che faccio è con tecnica tumescente (previa infiltrazione di liquidi, anestetici locali e vasocostrittori per ridurre al minimo le perdite di sangue), tridimensionale (per trattare l’area interessata nella sua globalità secondo i diversi punti di osservazione così da creare armonia e proporzione con le aree vicine).

Per conferire una maggiore compattezza dei tessuti, e quindi trattare anche i pazienti con cute più rilassata, associo l’uso di VASER LIPO (per una emulsificazione atraumatica del grasso da aspirare) e/o le apparecchiature di ultima generazione al PLASMA (come ad es. Renuvion®) e/o Argo-Plasma® che aumentano ulteriormente la compattezza e la definizione dei tessuti.

Questa tecnica combinata è particolarmente utile ed efficace nel volto/sottomento, braccia, interno coscia, addome; in tutte quelle aree quindi in cui ad un accumulo adiposo si associa spesso un rilassamento cutaneo.

La mia Liposuzione

  • Migliore modellamento del pannicolo adiposo grazie all’infiltrazione di soluzione fisiologica (tumescente) ed all’uso di Vaser Lipo nel pannicolo adiposo prima di procedere con l’intervento
  • Maggiore precisione d’intervento anche in zone delicate per l’utilizzo di sottili cannule specifiche per ogni zona del corpo
  • Riduzione temporanea della irrorazione di sanguigna con minore perdita ematica grazie all’ infiltrazione nel pannicolo adiposo di epinefrina (vasocostrizione) ed all’effetto atraumatico del VASER
  • Maggiore volume aspirabile per la ridotta perdita ematica
  • Effetto analgesico prolungato per un post operatorio confortevole (senza dolore) grazie all’ impiego di anestetici locali nella zona interessata all’ intervento e sottoposta a vasocostrizione
  • Minor durata della convalescenza per la minore formazione di ecchimosi ed edema
  • Veloce ritorno al sociale grazie alla minore invasività chirurgica ed anestesiologica
  • Riduzione generale dei rischi e complicanze legate alla procedura

La tecnica è adatta in tutti i casi in cui si vogliano risolvere questi problemi:

  • Cuscinetti adiposi
  • Irregolarità nei profili del corpo dati da accumuli di grasso
  • Impossibilità di eliminare gli accumuli con dieta e attività fisica (la Liposuzione non è un’alternativa ad un corretto regime alimentare per il controllo del peso)
  • Adipe localizzato in punti precisi

L’intervento non è consigliabile in pazienti minorenni e che comunque non abbiano concluso lo sviluppo. In linea di massima si ritiene che aspettare l’età di 20 anni sia opportuno anche perché un intervento prematuro potrebbe portare a risultati non stabili nel tempo.

Posso ottenere lo stesso risultato con sport e dieta?

La Liposuzione non è un intervento sostitutivo dell’attività sportiva e della alimentazione equilibrata. La procedura ha l’obiettivo di modellare la forma del corpo rimuovendo accumuli adiposi molto specifici. Di solito tale risultato non è raggiungibile se non chirurgicamente.

E se la mia pelle non è sufficientemente elastica?

La Liposuzione “semplice” è fattibile quando l’elasticità della cute è adeguata al volume adiposo da rimuovere. La mia tecnica chirurgica permette di eseguire l’intervento anche quando l’elasticità è lievemente carente. Se invece manca una notevole tonicità, l’intervento deve essere completato con l’uso di VASER LIPO® E/O PLASMA LIPO®.
Solo nei casi di estremo rilassamento dei tessuti si preferisce ricorrere a lifting della pelle.

Mantenere il risultato

Per mantenere il risultato non basterà mantenere il proprio peso ma bisognerà prestare attenzione con i fattori esterni che tendono a minare l’ elasticità cutanea. La riduzione della elasticità cutanea rende il profilo meno sodo e gradevole. I fattori che riducono l’elasticità cutanea sono l’eccessiva esposizione ai raggi solari, il fumo, l’invecchiamento e l’uso di determinati farmaci.

Una recente ricerca scientifica ha dimostrato che la Liposuzione – modificando il rapporto corporeo massa grassa / massa magra – abbassa i livelli di trigliceridi nel sangue. Essendo lo studio effettuato molto recentemente, i dati devono ancora essere confermati nel lungo periodo. I pazienti operati dopo 3 mesi hanno riscontrato un sensibile abbassamento di questo valore ematico. Se ciò venisse confermato da studi successivi, la liposcultura acquisirebbe – oltre che al classico ruolo estetico – un valore terapeutico di prevenzione di patologie collegate alla ipertrigliceridemia.

Cicatrici

La Liposuzione di per sé non lascia cicatrici evidenti, perché le uniche incisioni sono millimetriche create per consentire l’accesso delle sottili cannule. In breve tempo, i sottili e brevi segni, simili a graffi, sbiadiscono confondendosi in modo ottimale con la pelle. Il numero di cicatrici (incisioni) necessarie per eseguire l’intervento è proporzionale alla superficie interessata al modellamento. La Liposuzione al viso ha mediamente tre incisioni di 2 / 3 millimetri. Interventi che coinvolgono una superficie estesa del corpo possono richiedere anche 6 / 8 piccole incisioni. Comunque il problema degli esiti cicatriziale – particolarmente importante in altri interventi come la mastopessi e l’ addominoplastica – non è un argomento rilevanti quando si tratta di Liposuzione.

Le cicatrici hanno un processo di maturazione per cui passano da rosse e rilevate a perlacee e piatte. Questo processo può richiedere da pochi mesi ad anni; è fondamentale la loro cura con creme dedicate e protezioni solari estreme.

Controindicazioni della Liposuzione

Le controindicazioni all’ intervento sono situazioni cliniche per le quali la procedura è sconsigliata in maniera assoluta o comunque richiede una particolare valutazione. Per un paziente sano la Liposuzione – in genere – non presenta controindicazioni. Le patologie che possono rendere sconsigliabile l’intervento sono diabete, disturbi cardiaci e renali, difficoltà di coagulazione. Anche i problemi vascolari come varici, flebite o capillari molto evidenti possono rappresentare un freno al buon esito della Liposuzione.

Per verificare la fattibilità della Liposuzione è necessario raccogliere una accurata e specifica anamnesi della storia medica del candidato e sottoporlo alle verifiche cliniche del caso. Prima di scegliere la Liposuzione è bene avere un peso stabile e adottare un corretto regime alimentare e un salutare stile di vita.

Liposuzione maschile

Negli uomini, le zone di maggiore accumulo adiposo sono prevalentemente l’addome, i fianchi e il torace. La presenza di cuscinetti adiposi evidenti per l’uomo crea un grosso problema psicologico soprattutto quando interessano la zona toracica, cioè si vengono a formare protuberanze sulle mammelle simili ad un seno femminile. Questa condizione può essere accompagnata anche da una disfunzione, detta ginecomastia, che comporta uno sviluppo anomalo della ghiandola mammaria.

Se funzionalmente questo disturbo non ha nessuna rilevanza e non interferisce in alcun modo sulla salute, dal punto di vista psichico può invece essere un fattore patologico, perché ad essere intaccata è la virilità dell’uomo.

L’eccesso di adiposità localizzata nella zona pubica può comportare nell’uomo problemi intimi in quanto l’eccessivo volume adiposo può infossare il membro riducendo la sua lunghezza effettiva. Anche in questo caso la Liposuzione maschile dimostra la sua efficacia nella correzione del profilo corporeo.

Liposuzione del viso e della pappagorgia

Il viso è una parte più importante della propria immagine. Tutti gli interventi di rimodellamento di questa zona vanno perciò stabiliti con scrupolo e dopo aver vagliato attentamente i benefici e i rischi.

La liposcultura del viso è realizzata con il fine di ridurre alcuni piccoli cuscinetti adiposi che si dimostrano resistenti anche alla dieta. Le incisioni realizzate per eseguire questo intervento sono tipicamente posizionate sotto il mento e dietro il lobi delle orecchie. Queste sono di dimensioni ridotte e risultano assolutamente poco visibili. La sapiente associazione delle nuovissime tecniche di LIPO VASER e LIPO PLASMA andranno a perfezionare ulteriormente il profilo dell’are trattata e la sua compattezza. L’anestesia locale accompagnata da una sedazione è la scelta anestesiologica che si preferisce; il dolore post-intervento è pessochè nullo e comunque ben controllato.

Tutori elastici, da indossare almeno la prima settimana, accompagneranno in modo efficace la guarigione e stabilizzeranno il risultato nel tempo.

Leggi anche…

PDF

Photogallery

Prima

  Dopo

Prenota la tua visita

12 + 8 =